top of page
Gratte-ciel
  • Immagine del redattoreAkram Cheik - Lawyer

GUIDA AGLI AGENTI IMMOBILIARI A DUBAI: Riepilogo dei regolamenti degli agenti immobiliari

L'agente immobiliare o mediatore immobiliare a Dubai è un professionista specializzato nella vendita, affitto e gestione di beni immobili. Questo lavoro implica aiutare i clienti a trovare la proprietà che soddisfa le loro esigenze e il loro budget, negoziare i termini della transazione e garantire che tutte le formalità amministrative siano completate correttamente.


Il mercato immobiliare a Dubai è in rapida crescita da diversi anni, portando ad una crescente necessità dei servizi di agenti immobiliari qualificati. La domanda di alloggi di qualità, la crescita economica e l'aumento del numero di investitori stranieri sono le principali cause di questo boom. In particolare, con una clientela francese che è una delle più esigenti in questo settore, per soddisfare queste esigenze sono sorte numerose agenzie gestite da francesi e si fanno consigliare dai nostri team.


Inoltre, la professione di agente immobiliare a Dubai è altamente regolamentata per garantire la tutela degli interessi di clienti e investitori. Gli agenti immobiliari devono essere registrati presso la Real Estate Regulatory Agency (RERA) e seguire una formazione continua per mantenere aggiornate le proprie competenze. Inoltre, poiché le normative a volte sono sconosciute alle agenzie, il testo che segue può aiutare chi desidera intraprendere questa professione, ma vuole anche rispondere alle domande delle agenzie riguardo all'etica e alle normative che devono rispettare. rimanere conformi.


1 - Iscrizione alla RERA per diventare agente immobiliare


Per svolgere attività di intermediazione nell'emirato di Dubai è obbligatorio essere approvati da un ente competente ed essere iscritti nel registro tenuto dal DLD. Questo registro deve contenere i dettagli di contatto degli intermediari autorizzati a esercitare questo commercio e qualsiasi variazione o modifica di queste informazioni deve essere aggiornata in questo registro. Gli intermediari possono essere classificati in due categorie: categoria A per soggetti esperti abilitati dal Presidente ma non abilitati dagli organi competenti, esenti dall'obbligo di iscrizione nell'albo, e categoria B per soggetti che esercitano l'attività di intermediazione con licenze rilasciate dall'Autorità enti competenti.


2 – Condizioni per l'iscrizione nel registro degli intermediari immobiliari di Dubai


Per svolgere attività di intermediazione nell'emirato di Dubai, una persona di categoria B deve presentare domanda di iscrizione nel registro divisionale utilizzando l'apposito modulo. La domanda deve includere una licenza commerciale valida, certificato di appartenenza alla Camera di Commercio e dell'Industria di Dubai, copia del/i passaporto/i per ditta individuale o società, copia dell'atto di proprietà o contratto di affitto dei locali, un certificato di buona condotta per unico proprietario o gestori. , l'assenza di fallimenti o precedenti penali per dirigenti o soci amministratori, certificati di completamento di corsi di formazione immobiliare e superamento del test di intermediazione prescritto dal DLD. La Divisione esamina le domande e può richiedere ulteriori informazioni. La richiesta viene presentata al Comitato entro 7 giorni lavorativi, e il Comitato può approvare o respingere la richiesta con motivazione in caso di rigetto. Il richiedente può presentare una nuova domanda entro 14 giorni dalla notifica della decisione di rigetto. Una volta registrato, un broker riceve una carta d'identità con il suo nome, indirizzo e numero di registrazione e deve includere queste informazioni in tutta la corrispondenza e i rapporti. L'iscrizione deve essere rinnovata annualmente presso la Divisione con domanda presentata almeno 30 giorni prima della scadenza.


3 – Gli obblighi etici degli agenti immobiliari a Dubai


Tutti i broker registrati devono rispettare il codice etico preparato dal comitato in consultazione con persone esperte e competenti. Essi devono registrare nel proprio fascicolo tutte le operazioni effettuate, conservare tutti i documenti relativi a tali operazioni e fornirne copia su richiesta alle parti contraenti. In caso di vendita di un VEFA o di un modello, il broker deve conservare il piano o il modello fino al completamento della transazione. I broker devono fornire tutte le informazioni, i dati e le statistiche sulla loro attività di intermediazione su richiesta del DLD.


Essi devono comunicare al loro cliente e alla controparte tutti i dettagli importanti riguardanti il ​​processo di negoziazione e di intermediazione per consentire un processo decisionale informato. Il broker non può negoziare alcuna transazione illegale o in violazione delle normative in vigore nell'emirato. Anche se il broker è ingaggiato da una sola delle parti, deve presentare correttamente i dettagli della transazione a entrambe le parti e informarle di tutti i termini rilevanti. Egli è responsabile verso le parti del dolo o della colpa commessa. Il mediatore non può presentarsi come parte del contratto senza l'autorizzazione delle parti e senza diritto a compensi.


Egli è considerato fiduciario di qualsiasi somma, titolo, obbligazione o cosa affidata alla sua custodia o in consegna all'altra parte e deve restituirli o rimetterli alle condizioni stipulate. Il broker è responsabile di qualsiasi perdita o danno subito dalle parti contraenti a causa del suo atto fraudolento o ingannevole o del mancato rispetto delle norme applicabili. Se il mediatore non adempie ai suoi obblighi nei confronti del cliente o accetta dalla controparte una promessa illecita di vantaggio, perde il diritto al compenso o al rimborso delle spese.


Se più intermediari operano allo stesso contratto, sono solidalmente responsabili, a meno che non siano autorizzati a lavorare congiuntamente. Se più persone si avvalgono dello stesso intermediario per lo stesso incarico, sono responsabili in solido nei suoi confronti.


4 - Retribuzione degli agenti immobiliari a Dubai


Un contratto di intermediazione deve essere in forma scritta e contenere i nomi delle parti contraenti, i dettagli dell'immobile e le condizioni dell'intermediazione. Deve inoltre essere registrato sul foglio immobiliare per indicarne l'esistenza. Le commissioni di intermediazione possono essere negoziate o determinate secondo le pratiche attuali. Il broker ha diritto al compenso solo se ciò comporta la conclusione di un contratto tra le parti. Le commissioni vengono pagate al momento della firma e della registrazione del contratto di vendita, a meno che il contratto di intermediazione non disponga diversamente.


Se la conclusione del contratto è subordinata ad una condizione prevista nel contratto di intermediazione, i compensi verranno pagati una volta soddisfatta la condizione. In caso di risoluzione del contratto di intermediazione, il broker può reclamare le sue commissioni, a meno che non abbia commesso dolo o colpa grave. Se le trattative del mediatore non portano ad un contratto, questi non ha diritto ad alcun compenso o rimborso delle spese.


Se più intermediari partecipano alla negoziazione e portano alla conclusione di un contratto, si divideranno i costi. Se una parte assume più intermediari per la stessa missione e un solo intermediario risulta nella conclusione del contratto, tale intermediario avrà diritto all'intero compenso. Il broker può riscuotere le commissioni solo dalla parte che lo assume. Se il broker è ingaggiato da entrambe le parti, queste saranno solidalmente responsabili del pagamento della loro quota di commissioni.


5 - Risoluzione delle controversie immobiliari a Dubai


Un Consiglio di risoluzione delle controversie composto da 4 persone e un consulente legale appartenente alla DLD è responsabile della risoluzione delle controversie derivanti dalla vendita o da un rapporto contrattuale relativo a beni immobili. Definisce le competenze e le procedure del Consiglio, nonché il segretariato che fornisce il supporto amministrativo.


Il Consiglio interverrà solo in caso di controversia di intermediazione prevista dall'accordo di intermediazione o accettata dalle parti in causa per una risoluzione amichevole.

Il Consiglio deve seguire i principi del diritto e sforzarsi di risolvere rapidamente le controversie. Le decisioni del Consiglio possono essere conciliative e non sempre sono vincolate alle norme di legge.

Il segretariato della Commissione riceve le domande, informa le parti, conserva i registri, ecc.

Per presentare una richiesta di transazione amichevole, il richiedente deve compilare un modulo e fornire i documenti giustificativi necessari. L'avversario deve rispondere entro una settimana. Il Consiglio deve pronunciarsi sulla controversia entro trenta giorni.


6 – Sanzioni, sanzioni e perdita dello status di intermediario immobiliare a Dubai


Il Comitato può imporre sanzioni a qualsiasi intermediario immobiliare che contravvenga alle norme o alle delibere o istruzioni dalle stesse conseguenti, come la diffida, l'ammonizione, la sospensione dall'attività fino a sei mesi o l'iscrizione in una lista nera. Se un broker contravviene al codice etico, commette una flagrante violazione delle leggi vigenti o riceve tre punti neri, la sua iscrizione nel registro verrà revocata. Il licenziamento sarà definitivo e avrà effetto su raccomandazione del comitato e decisione del direttore generale. La divisione deve comunicare a tutti gli enti competenti qualsiasi decisione di sospendere l'attività o revocare la registrazione. Una persona cessa inoltre di essere intermediario e la sua iscrizione sarà revocata qualora cessi definitivamente la propria attività, sospenda la propria attività per più di dodici mesi consecutivi senza motivo accettabile per il Comitato, cessi di soddisfare i requisiti previsti dalla normativa, abbia fornito informazioni false alla divisione o se con delibera del Presidente ne viene revocata l'iscrizione.


7 - Disposizioni finali del regolamento


Gli intermediari attivi, infine, devono adeguarsi alle disposizioni del presente regolamento entro sei mesi dalla sua pubblicazione, con eventuale proroga di tre mesi concessa dal Presidente per validi motivi. Il Comitato può classificare gli intermediari in base alla loro specializzazione e limitarne il numero sentiti gli Enti Competenti. Il DLD riscuoterà le tariffe per i servizi forniti secondo le regole, che saranno determinate con decisione del Presidente. Il Presidente emana i provvedimenti, le deliberazioni e le istruzioni necessarie per l'applicazione del regolamento. Quest'ultimo entrerà in vigore il giorno della sua firma e sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.


Akram Cheik



11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page